Frutti di bosco surgelati: i metodi di preparazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google

Condividi su

Frutta surgelata > Metodi di preparazione Frutti di Bosco


I frutti di bosco surgelati rappresentano un’ottima alterativa a quelli freschi, soprattutto per la preparazione di creme, gelati, dolci, marmellate e composte. Il loro sapore fresco e naturale e l’assenza di zuccheri extra li rendono una base perfetta per diverse ricette dolci.

Tutte le ricette con frutti di bosco surgelati, devono passare prima di tutto da alcuni metodi di preparazione necessari, vediamo quali sono.

Frutti di bosco surgelati vanno bolliti? 

 

Il primo passo da compiere per la preparazione dei frutti di bosco è la cottura. Infatti, è consigliabile usare i frutti di bosco nelle varie ricette previa cottura, portandoli ad ebollizione per almeno 2 minuti.

 

In questo anche il Ministero della salute è chiaro, con specifiche raccomandazioni che riguardano l’ebollizione e il lavaggio degli utensili impiegati per la preparazione:

 

  • Utilizzare i frutti di bosco surgelati solo per preparazioni portate a 100° C (temperatura di ebollizione) per almeno 2 minuti, ad esempio salse o marmellate;
  • Non impiegare i frutti di bosco crudi per guarnire i piatti (ad esempio la superficie di una crostata, semifreddi, yogurt ecc.);
  • Lavare accuratamente i contenitori e gli utensili usati per maneggiare i frutti di bosco scongelati.*

 

Ecco, invece, come bollire i frutti di bosco surgelati.

 

I frutti di bosco surgelati devono essere bolliti portandoli a 100° per almeno 2 minuti, come consigliato sia dal Ministero della Salute Italiana, sia dalla Food Safety Autorithy of Ireland (FSAI)*, l’Autorità alimentare irlandese.

 

I frutti di bosco surgelati bolliti possono essere utilizzati per una delle più classiche preparazioni base per dolci di vario tipo: il topping.

 

Topping:

Il topping in inglese letteralmente “guarnizione” è una salsa semi fluida ma anche più corposa, che si può realizzare con i frutti di bosco, con cui decorare gelati, torte e guarnire semifreddi, budini e cheescake.

 

Ingredienti per il topping

  • Una busta di Frutti di Bosco e Fragole (400gr) La Valle degli Orti, già scongelata;
  • 30 g zucchero integrale di canna, miele o zucchero di cocco;
  • il succo di ½ limone o di 1 arancia.

 

Contenuto in una confezione di Frutti di bosco La Valle degli Orti:

  • Amarene
  • Ribes nero
  • Fragole (17,3%)
  • Ribes rosso
  • Lamponi
  • More
  • Mirtilli

 

Preparazione: 

Cuocere in padella i frutti di bosco scongelati assieme al succo di limone o, se si preferisce, un’arancia, mescolando e aggiungendo 1 cucchiaio di acqua e lo zucchero.

Si può ottenere più densità unendo un cucchiaino di maizena (farina di mais). Il composto va tolto dalla fiamma appena raggiunta una consistenza densa.

Per rendere il topping vellutato, basta inserirlo in frullatore a immersione per pochi secondi o un minuto, fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Il composto ottenuto, una volta raffreddato, va riposto in una ciotola o in un vasetto di vetro chiuso in frigo e consumato al massimo entro 2 giorni.

Come scongelare i frutti di bosco

Per scongelare i frutti di bosco, metterli in frigorifero a 5° per circa 5- 6 ore, con coperchio chiuso per evitare contaminazioni di odori con gli altri alimenti.

 

Un altro modo per scongelarli è in microonde, dove possono essere riposti per circa 14 minuti a 160 – 180 watt*, all’interno di un contenitore adatto.

 

Come conservare al meglio i frutti di bosco surgelati?

Premettendo che i frutti di bosco, una volta scongelati vanno consumati entro 24 ore al massimo, consigliamo di riporli in frigorifero, in un recipiente in bambù, plastica dura, vetro o ceramica (anche un piatto di portata va bene se non sono molti) la notte prima di consumarli.

 

Un consiglio per eliminare l’eventuale liquido (acqua o succo) di troppo:

raccogliendoli uno ad uno con una pinza da cucina, riponeteli in una centrifuga da insalata facendo attenzione a girarla delicatamente per non rovinare i frutti e perdere sostanza preziosa per le vostre ricette.

Referenze:

Potrebbe piacerti anche: