Hummus di piselli con pita

Condividi su

Benvenuti nella cucina La Valle degli Orti per un nuovo gustosissimo appuntamento! Oggi prepareremo una ricetta che negli ultimi anni ha saputo conquistare tutti, ma proprio tutti! Stiamo parlando dell’hummus, che oggi vi proponiamo in una squisita versione ai piselli, accompagnata da un irresistibile pane pita.

hummus di piselli con pita  

Tempo di preparazione: 3 ore e 30 minuti

Ingredienti per la pita:

  • 500 g farina ’00
  • 300 g acqua a temperatura ambiente
  • 4 g lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale

Ingredienti per l’hummus di piselli:

 

Come preparare l’hummus di piselli con pita

Per la pita:

In una ciotola, sciogliamo il lievito di birra nell’acqua e aggiungiamo farina e sale.

Impastiamo fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo e lasciamolo lievitare fino al raddoppio, coperto con la pellicola per alimenti.

hummus di piselli con pita hummus di piselli con pita

 

Una volta raddoppiato, dividiamolo in panetti di circa 90 g e stendiamoli fino allo spessore di 1 cm.

Cuociamoli in padella antiaderente ben calda per 2- 3 minuti per lato, fino a farli gonfiare.

 

hummus di piselli con pita

Per l’hummus di piselli:

In una casseruola, facciamo cuocere i piselli per 5-6 minuti con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e un bicchiere d’acqua.

Una volta cotti, frulliamoli insieme allo yogurt, il sale e il pepe fino ad ottenere una crema omogenea e abbastanza liscia.

 

hummus di piselli con pita

 

Serviamo l’hummus di piselli in una ciotola capiente con un bel giro d’olio EVO, una spolverata generosa di paprika affumicata, i pinoli, le erbette aromatiche e il pane pita. Buon appetito!

hummus di piselli con pita


Valori nutrizionali

I piselli sono legumi ricchi di vitamine del gruppo A e C, folati, manganese e fosforo.
In più, sono una vera miniera di antiossidanti, come i polifenoli, che contrastano il rischio di malattie legate all’invecchiamento e all’infiammazione. Un ulteriore motivo per introdurli nella tua dieta? Tengono a bada i livelli di zuccheri nel sangue, riducendo il rischio di diabete 2.