Proprietà nutrizionali dei carciofi

3 settimane ago  •  By  •  0 Comments

I carciofi sono un alimento versatile, e sebbene alcuni li considerino un ortaggio, in realtà sono una varietà di cardo. Il loro consumo apporta benefici associati al rafforzamento del sistema immunitario, abbassa il colesterolo e protegge da malattie come diabete, arterosclerosi, infarto e ictus.
Le proprietà benefiche sono conosciute da sempre al punto tale che gli estratti di carciofo, tra le tante funzioni sono stati utilizzati come medicinale.

I carciofi hanno anche proprietà disintossicanti ed effetti benefici sulla salute del fegato; sono inoltre molto utili in caso di problemi dell’apparato digerente come indigestione, stitichezza, sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e diarrea.

Oltre a ridurre la pressione sanguigna e stimolare la minzione, hanno anche un effetto antitumorale riconosciuto, poichè è ricco di sostanze antitumorali come l’acido clorogenico, la luteina, l’apigenina e la cinaropicrina; il suo estratto ha dimostrato in laboratorio un’efficace attività contro cellule del carcinoma del pancreas e del mesotelioma pleurico maligno.

Cosa sono i carciofi?

I carciofi sono noti nella loro forma naturale come cardo, e la loro classificazione scientifica è “Cynara Scolymus”. Sono nativi della regione mediterranea, ma possono essere trovati in tutta Europa, nei paesi del Medio Oriente e in America, meno frequentemente nelle nazioni asiatiche.

La parte commestibile del carciofo è il germoglio all’interno della testa del fiore prima che fiorisca completamente. La tempistica è fondamentale per coltivarli, poiché, una volta che il fiore è completamente fiorito, diventano rigidi e quasi immangiabili.

Benefici per la salute

Antitumorale
I carciofi hanno i più alti livelli di antiossidanti fra tutte le verdure: uno studio fatto dall’USDA, li ha classificati al 7° posto per contenuto di antiossidantie su oltre 60 tipi di vegetali commestibili.

Gli antiossidanti sono uno dei principali mezzi di difesa del sistema immunitario contro gli effetti dei radicali liberi, che sono naturali sottoprodotti del metabolismo cellulare che possono portare a una serie di condizioni e malattie.

Secondo lo studio di Rajesh Agarwal e Hasan Mukhtar pubblicato su “Dietetic Phytochemicals in Cancer Prevention and Treatment Journal”, le proprietà antiossidanti dei carciofi provengono da una serie di fonti, una delle quali sono polifenoli, che si trovano in numero elevato. I polifenoli hanno qualità chemiopreventive, il che significa che possono rallentare gli effetti del cancro.

La loro capacità antiossidante proviene da un’altra fonte, l’alto livello di quercetina e rutina, due antiossidanti specifici che hanno dimostrato anchessi capacità antitumorali.

Anche la vitamina C è un noto antiossidante e si trova in quantità significative nei carciofi.
Come da un rapporto pubblicato dal Dr. Carmia Borek, della Tufts University School of Medicine, nel “Sage Journals“, la vitamina C ha dimostrato di scoraggiare attivamente condizioni come la mucosite e la fibrosi, e anche di ridurre le probabilità di cancro al seno.

Infine, altri studi hanno dimostrato che l’estratto delle foglie di carciofo può essere utilizzato per indurre l’apoptosi cellulare (morte cellulare) e la proliferazione di cellule benigne quando iniettato in una massa tumorale, e può ridurre le probabilità e gli effetti del cancro alla prostata, del cancro al seno e la leucemia.