Frutti di bosco surgelati: le proprietà nutrizionali

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google

Condividi su

Frutta surgelata > Proprietà nutrizionali Frutti di Bosco e Fragole


I frutti di bosco surgelati rappresentano un’ottima alterativa a quelli freschi, soprattutto per la preparazione di creme, gelati, dolci, marmellate e composte. Il loro sapore fresco e naturale e l’assenza di zuccheri extra li rendono una base perfetta per diverse ricette dolci.

Tutte le ricette con frutti di bosco surgelati, devono passare prima di tutto da alcuni metodi di preparazione necessari, vediamo quali sono.

Proprietà dei frutti di bosco

Caratterizzati da un elevato contenuto di vitamine, i frutti di bosco rossi (come il ribes rosso e i lamponi) sono particolarmente ricchi di Vitamine A, B1 e B2.*

Contengono, inoltre, sali minerali come potassio, ferro, calcio e fosforo, buone dosi di Vitamina C e per questo motivo sono nutrienti preziosi per il buon funzionamento dell’organismo; il loro consumo è stato collegato alla prevenzione di alcune malattie croniche e degenerative.*

I frutti di bosco blu (o neri) come le more, il ribes nero e il mirtillo non sono da meno; considerati una delle fonti più ricche di antiossidanti naturali, mirtillo e ribes nero hanno una percentuale di antiossidanti rispettivamente dell’84% e 73%.*

Inoltre, l’acido ascorbico (Vitamina C) è particolarmente abbondante nel ribes nero e nella fragola.

Alcuni studi epidemiologici hanno riconosciuto l’effetto protettivo che il consumo di frutti di bosco può avere contro le malattie croniche. Inoltre, forti prove supportano i benefici del consumo di fragole, mirtilli, lamponi, ribes, more nel miglioramento di una serie di disturbi (patologie nella comunicazione neuronale, risposte infiammatorie).

È stato anche dimostrato che i frutti di bosco migliorano le funzioni cognitive (come la memoria negli anziani).

I nutrienti dei frutti di bosco: Vitamine e Sali minerali

 

Prima di procedere elencando i principali nutrienti dei frutti di bosco, chiariamo in breve, alcuni aspetti riguardanti la funzione di alcune delle principali vitamine e sali minarli in essi contenuti.

La Niacina è chiamata anche vitamina B3 o vitamina PP, non può essere accumulata dall’organismo ma va assunta con l’alimentazione ed è fondamentale per la respirazione delle cellule e per la circolazione sanguigna.

 

La Riboflavina è una molecola importante per il metabolismo energetico, il buon funzionamento della vista e per mantenere in salute unghie, pelle e capelli; aiuta, inoltre, ad assorbire meglio il ferro.

La tiamina, conosciuta anche come vitamina B1 rilascia le energie necessarie all’organismo per svolgere le attività quotidiane e per il buon funzionamento del cervello.

La vitamina C alza le barriere del sistema immunitario, agisce contro i radicali liberi e diversi studi dimostrano un suo ruolo per inibire alcune sostanze cancerogene.

Infine, ma non ultimi come importanza, i sali minerali sono fondamentali per garantire la salute di tutto l’organismo, dai muscoli al sistema nervoso, dalle cellule ai tessuti.

Proprietà e valori nutrizionali dei lamponi 

 

Arbusto da frutto il cui nome scientifico è Rubus idaeus, il lampone appartiene alla famiglia delle rosaceae, genere Rubus e ha un colore rosso e sapore acidulo, utilizzato in diverse preparazioni alimentari.

 

Tra i principi attivi: Vitamina C, flavone (sottoclasse di composti chimici naturali appartenente ai flavonoidi) e acidi organici (composti presenti nella frutta e con proprietà antiossidanti e rigeneranti).  I lamponi sono utilizzati anche come erba officinale*.

 

Valori nutrizionali Lampone

I valori nutrizionali del lampone, per una porzione di 150 g di prodotto, comprendono 9,8 g di zuccheri solubili e 74 kcal (Fonte tabella nutrizionale: CREA).*.

 

Tra i sali minerali i lamponi contengono:

  • 5 mg di sodio;
  • 330 mg di potassio;
  • 74 g mg di calcio;
  • 78 mg di fosforo;
  • 1,5 mg di ferro.

 

Altri preziosi nutrienti sono: Tiamina (0,08 mg), Riboflavina (0,03 mg), Niacina (0,75 mg), alte percentuali di vitamina C (38 mg) e Vitamina A (Retinolo) con 20 µg.

 

Proprietà e valori nutrizionali dei mirtilli 

 

Il mirtillo nero (Vaccinium myrtillus), anch’esso arbusto da frutto come il lampone (appartenente alle Ericaceae), è particolarmente ricco di acidi organici, come l’acido citrico, zuccheri e la mirtillina, un antociano, cioè un flavonoide responsabile del colore di alcuni frutti e piante con effetti benedici sul sistema circolatorio e sui capillari.*

  

Le proprietà nutrizionali dei mirtilli, sulla base di una porzione di 150 gr sono le seguenti:

 

Particolarmente ricchi d’acqua (127,5 g), hanno 75 Kcal, 15,2 g di zuccheri solubili e 4,7 g di fibra. Tra i sali minerali, un contenuto elevato di potassio (240 mg) e calcio (62 mg), buone dosi di fosforo 47 mg) e ferro (1,1 mg).

 

Inoltre contengono:

  • 0.03 mg di Tiamina;
  • 0,08 mg Riboflavina;
  • 0,75 mg di Niacina;
  • 23 mg di Vitamina C;
  • 20 µg di Vitamina A (retinolo equivalente).

(Tabelle CREA)*

 

I mirtilli surgelati si discostano di poco da questi valori nutrizionali; in più, contengono 102 µg di luteina e zeaxantina, 72 mg di Vitamina E o alpha tocoferolo, 7,5 mg di magnesio e 24,6 µg di Vitamina K1 (Pylloquinone). (Tabella USDA)*

 

Proprietà e valori nutrizionali delle more

 

Il nome scientifico è Rubus fruticosus, chiamata comunemente mora o mora di gelso/rovo, è un frutto del genere Rubus, (come il lampone) e incluso commercialmente nella categoria dei frutti di bosco.

I valori nutrizionali delle more

Sempre considerando 150 g di porzione, l’acqua ne costituisce gran parte, con 127,5 g; il valore energetico è di 63 kcal ed è fonte di fibre (4,8 g), carboidrati (12,2) e zuccheri solubili (12,2).

Tra le proprietà nutrizionali delle more spiccano elevate percentuali di:

potassio (390 g), calcio (54 g), fosforo (72 g) e ferro (2,4 g).

Oltre ai Sali minerali, 150 g di more sono particolarmente ricche di Vitamina C (29 mg); contengono, inoltre, tiamina (0,05 mg), riboflavina (0,08 mg), Niacina (0,11 mg) e Vitamina A (3µg).*

Proprietà e valori nutrizionali delle fragole

Le fragole sono “falsi frutti” o frutti aggregati appartenenti alla famiglia della Fragaria; infatti, il vero e proprio frutto è costituito dagli acheni, cioè i semini che troviamo sulla superficie della polpa (che è il ricettacolo).

Sono un’eccellente fonte di vitamina C e flavonoidi, soprattutto di antociani da cui deriverebbe l’elevato potere antinfiammatorio.*

I valori nutrizionali delle fragole

Tra i valori nutrizionali per una porzione di 150 g spiccano un valore energetico contenuto (46 kcal), zuccheri solubili (8,0 g) e tra i Sali minerali un buon quantitativo di potassio (240 mg), calcio (53 mg) e fosforo (42 mg).

Tra le vitamine, come detto, molto elevato il contenuto di Vitamina C (81 mg) e a seguire Niacina (0,75 mg), Riboflavina (0,06 mg) e Tiamina (0,03 mg).*

 

Proprietà e valori nutrizionali ribes rosso

 

I nomi scientifici del ribes (rosso e nero) sono Ribes rebrum e nigrum; è una pianta appartenente alle Grossulariaceae, con frutti in forma di bacche edibili rosse o nere.

La peculiarità principale del ribes rosso è lo straordinario contenuto di Vitamina C (300 mg per una porzione di 150 g), ritenuta protettiva del collagene, proteina che può mantenere sani denti, gengive e capelli.

 

Inoltre, sempre in riferimento ad una porzione di 150 g (Tabella CREA)* il ribes contiene:

 

  • 123,6 g d’acqua;
  • 78 kcal;
  • 14,6 g di zuccheri solubili;
  • 8,7 % di fibra totale.

 

Tra i Sali minerali spicca il potassio con 555 mg, calcio (90 mg), fosforo (65 mg) e ferro (2,0 mg). Tra le vitamine, oltre alla vitamina C, contiene buone dosi di Vitamina A (26 µg), Niacina (0,45 mg), Tiamina (0,05 mg) e riboflavina (0,09 mg).

 

Proprietà e valori nutrizionali amarene

 

Le amarene sono conosciute anche col nome di ciliegio aspro (prunus ceraus), albero da frutto appartenente alle Rosaceae. La varietà più diffusa è, appunto, l’amarena (Prunus cerasus var. amarena), che ha frutti rosso chiaro, sapore amarognolo e lievemente acido. Altre varietà sono il visciolo Prunus cerasus var. austera, il marasco (Prunus cerasus var. austera) e il ciliegio di Montemorency.

Sull’amarena, la leggenda narra che fu portata nel 65 a.C. in Italia dalla città di Cerasunte in Asia Minore, dal generale romano Lucullo, celebre per i suoi banchetti.

Tra le proprietà nutrizionali dell’amarena, ritenuta anche un’erba medicinale e un buon diuretico, si distinguono Vitamina C e Vitamina B.*

Valori nutrizionali dell’amarena

Le amarene (150 g) contengono elevate quantità d’acqua (127,8 g), un valore energetico di 66 kcal e 15,3 g di zuccheri solubili; tra i sali minerali e le vitamine, si distingue il contenuto di potassio (171 mg), calcio (23 mg) e fosforo (26 mg), con buon dosi di Vitamina A (36 µg), Vitamina C (11 mg),Tiamina (0,05 mg), Riboflavina (0,08 mg) e Niacina (0,60 mg).

Referenze:

Potrebbe piacerti anche: